< Torna al blog

Detrazione contributi colf e badanti 2020

logo agenzia entrate

Detrazione contributi colf e badanti 2020

Detrazioni lavoro domestico nel Modello 730 e nel Modello Unico.

I datori di lavoro domestico versano ogni tre mesi i contributi INPS per le proprie colf e badanti.  I versamenti per gli addetti ai servizi domestici e familiari (colf, badanti, baby sitter), anche con pagamento tramite buoni lavoro voucher, possono essere portati in detrazione dalle tasse IRPEF indicate nella dichiarazione dei redditi 730 e nel Modello redditi PF (ex Unico).

Quanto si può detrarre? Il limite di deducibilità dal reddito imponibile IRPEF attualmente è fissato a 1.549,37 euro per anno. Gli importi eccedenti non possono essere dedotti e quindi non vanno indicati.

Dove inserire l’importo? Per il Modello 730/2020 è nel rigo E23 del quadro E – Oneri e spese che vanno indicati i contributi sostenuti per i lavoratori domestici. Il rigo E23 si trova nella sezione II nella quale vanno indicate le spese e gli oneri per i quali spetta la deduzione dal reddito complessivo del modello 730. La famiglia, più precisamente il familiare che sostiene la spesa per il lavoratore domestico, può risparmiare sull’Irpef dichiarando i contributi previdenziali versati durante l’anno d’imposta 2019.

Per chi userà il modello 730 precompilato il consiglio è di verificare l’importo presente nel modello che scaricherete dal sito dell’agenzia delle entrate o dall’INPS.  Molte famiglie, infatti, hanno riscontrato importi difformi.

Per il Modello Redditi (ex modello unico) il datore di lavoro domestico, per portare a deduzione la spesa per i contributi INPS di colf e badanti, deve indicare la quota a suo carico nel Rigo RP Unico 2020.

A causa dell’emergenza da Covid-19 i termini per la presentazione della dichiarazione dei redditi sono stati posticipati. La scadenza del 730 precompilato è stata prorogata dal  23 luglio al 30 settembre 2020. La scadenza per il modello Unico – Redditi 2020 è prevista il 30 novembre. Vi ricordo che nel decreto Rilancio non è stata prevista un’estensione dei limiti dell’importo detraibile. Ad eccezione delle posticipazione dei termini di scadenza dunque, per i datori di lavoro domestico, resta tutto invariato.

< Torna al blog

Hai domande sul lavoro domestico?

Chiama al numero 06.68210696 / 3285695515

oppure lascia il tuo numero e verrai ricontattato

Send this to a friend