< Torna al blog

Estinzione del rapporto di lavoro domestico

Estinzione del rapporto di lavoro domestico

L’estinzione del rapporto di lavoro rappresenta il processo attraverso il quale si pone fine a un rapporto lavorativo tra datore di lavoro e lavoratore. Ciò può avvenire per diverse ragioni, che vanno dalla volontà unilaterale di una delle parti sino alla scadenza naturale del contratto di lavoro, passando per accordi consensuali o eventi esterni che rendono impossibile la prosecuzione del rapporto.  

Nel contesto del lavoro domestico, caratterizzato dalla prestazione di servizi all’interno dell’abitazione del datore di lavoro (come assistenza, pulizia, custodia), l’estinzione del rapporto di lavoro assume connotazioni specifiche regolate da normative che mirano a tutelare sia il lavoratore che il datore di lavoro, tenendo conto della particolare natura del lavoro svolto. 

Le cause di estinzione del rapporto di lavoro domestico 

Possono essere molteplici le cause che rendono necessario interrompere un rapporto di lavoro, così come per i diversi tipi di lavoro subordinato. 

Interruzione durante il periodo di prova 

Il periodo di prova nel lavoro domestico permette a entrambe le parti di valutare l’idoneità del lavoratore alla mansione assegnata. Durante questo periodo, sia il datore di lavoro sia il lavoratore possono recedere dal rapporto di lavoro senza necessità di preavviso o indennità sostitutiva, fornendo una flessibilità iniziale nel rapporto lavorativo. 

Risoluzione consensuale 

Questa casistica fa riferimento all’accordo che intercorre tra il datore di lavoro domestico e il lavoratore per terminare il rapporto di lavoro. Sebbene rientri nella disciplina generale dei contratti, per il lavoro domestico è esclusa l’applicazione dell’art. 26 D.Lgs. n. 151/2015, che evita l’obbligo della forma telematica per la validità della risoluzione. 

Licenziamento 

Nel lavoro domestico si discosta dalle rigide normative applicabili ai rapporti di lavoro ordinari. Non essendo soggetto alle limitazioni previste per altri tipi di licenziamento, il datore di lavoro può recedere dal rapporto anche senza giusta causa o giustificato motivo, purché rispetti i termini di preavviso, che variano in base all’anzianità di servizio e alla tipologia di mansione svolta. 

Dimissioni 

Il lavoratore domestico può dimettersi dal rapporto di lavoro, rispettando il periodo di preavviso previsto per legge, a meno che non sussista una giusta causa dovuta a grave inadempienza del datore di lavoro. In questo caso, le dimissioni non richiedono di essere trasmesse per via telematica affinché siano efficaci, a differenza di quanto invece previsto per altre categorie di lavoratori. 

Morte del Lavoratore 

Essendo il rapporto di lavoro domestico qualificato come intuitu personae, la morte del lavoratore comporta automaticamente l’estinzione del rapporto di lavoro, senza possibilità di successione. 

Il trattamento di fine rapporto nel lavoro domestico 

Al termine del rapporto di lavoro, il lavoratore domestico ha diritto a un trattamento di fine rapporto (TFR), calcolato secondo la legge sulla base delle retribuzioni percepite, comprensive di eventuali indennità di vitto e alloggio. Le quote annue accantonate sono incrementate conformemente alla legge, con specifiche ulteriori gestite dalla contrattazione collettiva. 

L’estinzione del rapporto di lavoro domestico è regolata da normative che cercano di bilanciare le esigenze di flessibilità e protezione delle parti coinvolte. La comprensione di queste norme è fondamentale per garantire il corretto svolgimento e la conclusione dei rapporti di lavoro nel settore domestico, contribuendo così alla creazione di un ambiente lavorativo equo e rispettoso dei diritti di tutti i soggetti coinvolti. 

Canale WhatsApp 

Per rimanere aggiornati su tutte le novità relative all’ambito del lavoro domestico, iscrivetevi al canale WhatsApp dedicato.

< Torna al blog

    Hai domande sul lavoro domestico?

    Chiama al numero 06.68210696 / 3285695515

    oppure lascia il tuo numero e verrai ricontattato

    Send this to a friend